Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Libreria Ibs+Libraccio · 28 aprile 2017 · ore 17.00

Ernesto Galli Della Loggia presenta “Credere, tradire, vivere”

Dove

Libreria Ibs+Libraccio
piazza Trento e Trieste, Ferrara

Quando

da 28 aprile 2017 · ore 17.00

Venerdì 28 aprile
Ore 17:00
Per il ciclo Futuro Anteriore. Sguardi sull’Italia di ieri e di domani
Ernesto Galli Della Loggia presenta
Credere, tradire, vivere – Il Mulino, 2016
Dialogano con l’Autore Andrea Baravelli (storico) e Andrea Pugiotto (costituzionalista)
Incontro promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Ferrara
In collaborazione con IUSS – Ferrara 1391 e Scuola Forense di Ferrara

In politica come nella vita cambiare idea è inevitabile. E forse anche giusto, in un’epoca come la nostra caratterizzata da mutamenti così profondi e rapidi. In Italia però cambiare orientamento politico, in specie passare da destra a sinistra o viceversa, è sempre stato altamente problematico: chi lo fa si attira l’accusa di essere un trasformista o peggio un voltagabbana e un traditore. Aguzzo e scomodo come sempre, Galli della Loggia racconta come il cambiamento/tradimento è stato vissuto, interpretato e concettualizzato nella storia politica italiana. Poi mette in campo se stesso, ripercorrendo i momenti-chiave della propria esperienza e le molte polemiche che lo hanno coinvolto nei principali passaggi della vicenda ideologica del Paese: uno sguardo severo sulla storia intellettuale e culturale italiana, colta nei suoi inconfessati cambiamenti di fronte, le sue quasi sempre tacite abiure, i suoi pregiudizi, le sue bugie.

Ernesto Galli Della Loggia studia a Roma presso l’Università La Sapienza e nel 1966 si laurea in Scienze Politiche.
A Torino, dove svolge l’attività di ricercatore presso la Fondazione Einaudi, approfondisce la tematica del rapporto tra banca e industria nello sviluppo economico italiano.
Dal 1972 al 1975 insegna Storia Economica Italiana presso la facoltà di Scienze Economiche e Bancarie dell’Università di Siena.
Nel 1987 è nominato professore di Storia dei Partiti e Movimenti Politici presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Perugia.
Nel 1978 è membro della direzione di “Mondoperaio” e tra il 1984 e il 1985 dirige il mensile “Pagina”.
Nel 1990 entra nel Consiglio direttivo della Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCO) e nel 1995 fonda il mensile “Liberal”, che dirigerà sino al 1998.
Dal 1993 collabora come editorialista per il “Corriere della Sera”.
Dal 2005 al 2007 è preside della facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, dove ha insegnato Storia Contemporanea fino al 2009. Dal novembre dello stesso anno ha la stessa cattedra presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM) e direttore del corso di dottorato di ricerca in Filosofia della Storia in collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele.
Tra i libri ricordiamo L’identità italiana (il Mulino 1998), La morte della patria (Laterza 2003), Pensare l’Italia, scritto con Aldo Schiavone (Einaudi 2011).