Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Teatro Comunale di Ferrara · 25 settembre 2015 · ore 21.00

Concerto lirico “Il filosofo di campagna”

Dove

Teatro Comunale di Ferrara
Corso Martiri della Libertà 5, Ferrara

Quando

da 25 settembre 2015 · ore 21.00

Concerto lirico straordinario, venerdì 25 settembre alle 21 al Teatro Comunale Claudio Abbado. Lo porta al Ridotto il Maestro Francesco Vittorio Grigolo, responsabile artistico del progetto Fronteras Musicales Abiertas: un laboratorio di alta formazione musicale che opera dal 2010 nella regione di Misiones, tra Paraguay e Argentina, e dal 2014 in Bassa California, che ha coinvolto sinora nelle sue attività più di seicento giovani, prodotto oltre sessanta rappresentazioni, cinquanta laboratori di formazione e tre tournée internazionali.
Fronteras Musicales Abiertas organizza quest’anno, dal 2 settembre al 15 ottobre, un tour italiano di venticinque giovani musicisti latino-americani: hanno formato una piccola orchestra con cantanti partecipando al XXIV Bolzano Festival Bozen Antiqua, per proseguire a Maratea in Basilicata con laboratori di formazione e residenze di studio. Dopo la permanenza ferrarese all’Istituto Don Calabria-Città del Ragazzo, in ottobre i laboratori si terranno a Milano, con la collaborazione della Orchestra di via Padova e di artisti milanesi, per sfociare in concerti d’insieme. Tema comune le competenze trasversali nella professione musicale del terzo millennio e lo sviluppo della multiculturalità musicale come specializzazione ai repertori specifici.
La serata di venerdì 25 settembre vedrà in scena alle 21 al Ridotto del Comunale di Ferrara “Il filosofo di campagna” di Baldassarre Galuppi su libretto di Carlo Goldoni, una delle opere più felici e coinvolgenti del tardo Settecento italiano, di cui lo stesso Francesco Grigolo ha rivisto una versione in due atti conservata nella Bibliothèque Nationale de France.
A cantarla saranno Silvia Brizuela e Jorge Chinolla (Messico) nei ruoli di Eugenia e Rinaldo, Angelica  Rodriguez e Eduardo Fernandez (Paraguay) in quelli di Lesbina e Nardo, il Filosofo; l’argentino Alan Chomik sarà Don Tritemio. La loro voci sono state selezionate nei laboratori che Fronteras Musicale Abiertas ha organizzato in Bassa California (Messico), nelle località paraguayane di San Ignacio Guazù, San Juan Bautista, Santa Rosa e Encarnaciòn e da Posadas in Argentina.
Assieme ai cantanti il progetto ha portato ad individuare giovani strumentisti che hanno dato vita all’Orchestra Fronteras Musicales Abiertas 2015, cui darà supporto la violinista italo boliviana Ingrid Neyza Copa in qualità di specialista del repertorio settecentesco.
La prima rappresentazione de “Il filosofo di campagna” è del 26 ottobre 1754 al San Samuele di Venezia. In questa opera, di squisita fattura, il tema della saggezza del filosofo si impone come novità nel teatro musicale del secolo XVIII: Tritemio, vedovo e ricco, vuole far sposare sua figlia Eugenia ad un contadino abbiente, Nardo, ma lei è innamorata di un giovane esponente della piccola nobiltà locale, Rinaldo. Dopo alcune complicazioni, e con la complicità della serva Lesbina, Eugenia finisce per sposare Rinaldo, mentre sarà la stessa Lesbina ad accasarsi con Nardo. Tritemio, a propria volta frustrato come amante, dovrà accontentarsi della progenie. L’opera ci racconta della vita emotiva dei personaggi, tratteggiandoli in modo realistico tra scoppi d’ira, patetici problemi, brevi arie, aggraziati duetti e brillanti concertati.
Gli Enti promotori del programma Fronteras Musicales Abiertas sono IILA (Istituto italo – latino americano) e CeSPI (Centro  Studi di Politica Internazionale). Negli anni hanno partecipato al finanziamento del programma la Direzione Generale per la Cooperazione Italiana allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Telecom Italia, Terna e GSE.
Ingresso libero.

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!