Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Centro Documentazione Donna · 13 dicembre 2014 · ore 17.00

Un rapporto dispari, la maestra e l’allievo: Marianne Werefkin e Alexej

Dove

Centro Documentazione Donna
Via Terranuova 12, Ferrara

Quando

da 13 dicembre 2014 · ore 17.00

Venerdì 12 dicembre, ore 20.30: Rivedere un classico della misoginia: proiezione di “Il laureato”

Sabato 13 dicembre, ore 17: Un rapporto dispari, la maestra e l’allievo: Marianne Werefkin e Alexej

In collaborazione con il Teatro comunale Abbado

 

Proseguono con i due incontri di venerdì e sabato 12 e 13 dicembre 2014 gli incontri organizzati dal Centro

Documentazione Donna in occasione dello spettacolo Nuda proprietà che Lella Costa presenterà al Teatro

comunale di Ferrara il 20 e 21 dicembre. Lo spettacolo è tratto dal romanzo di Lidia Ravera Piangi pure e

tratta del rapporto tra una donna più anziana e un uomo più giovane. Ciò ha dato lo spunto alle socie del

CDD per proporre tre incontri in cui proporre esempi di come è stato ed è visto e vissuto un tale tipo di

relazione. Dopo l’incontro tenuto sabato 6 dicembre da Barbara Pizzo su un esempio felice di convivenza

tra la scrittrice Lalla Romano e il giornalista Antonio Ria sarà ora la volta – venerdì e sabato 12 e 13

 

Venerdì 12 dicembre il CDD propone di rivedere insieme il film Il laureato con lo scopo di metterne in

evidenza gli stereotipi che contiene e che ha contribuito a rafforzare.

 

Nell’incontro di sabato 13 dicembre, a cura di Luciana Tufani, il rapporto analizzato sarà quello tra

Marianne Werefkin e Alexej Jawlensky. La grande artista, che è stata la massima esponente

dell’Espressionismo, a cui ha fornito anche le basi teoriche, rinunciò per anni a dipingere per dedicarsi a

valorizzare l’opera di Jawlensky, amante ma anche allievo nel quale aveva riposto le ambizioni di creare la

“nuova arte” che andava proponendo.

Il tormentato rapporto personale tra i due sarà il pretesto per parlare di Marianne Werfkin e per mostrare

le immagini dei suoi quadri, tra le opere più potenti e originali non solo dell’Espressionismo ma di tutta

Di Marianne Werefkin, nata a Tula, in Russia, nel 1906 e morta ad Ascona, nel Canton Ticino, nel 1938,

molte delle opere – compresa l’intera raccolta dei disegni e degli schizzi – sono custodite nella fondazione

Werefkin che il Museo comunale d’arte moderna di Ascona le ha voluto dedicare.

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!