Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Teatro De Micheli · 27 gennaio 2014 · ore 21.00

Spettacolo: L’ultima parata del portiere Trusevich

Dove

Teatro De Micheli
Piazza del Popolo 11/a, Copparo (FE)

Quando

da 27 gennaio 2014 · ore 21.00

Info

Organizzatore:
Teatro De Micheli

La vera storia della squadra della Start

FILARMONICA di TRESIGALLO e PICCOLA COMPAGNIA dell’AIRONE

con Filarmonica di Tresigallo e Piccola Compagnia dell’Airone

e con la partecipazione speciale dei ragazzi e delle ragazze della scuola Media “C. Govoni” di Copparo

musiche di Roberto Manuzzi

regia di Marcello Brondi

movimenti scenici a cura di Stefania Capaccioli

 

“Il calcio è una magia strana, un linguaggio universale, è festa per il corpo e per la mente. Anche in guerra.”

 

Questo è quello che passò nella testa, in quella lontana ed afosa estate del 1942, a undici calciatori prigionieri, undici stelle vere, dico i migliori calciatori che l’Ucraina abbia mai avuto: Trusevich, Goncharenko, Sviridovskij, Korotkikh, Klimenko, Tyutchev, Putistin e Kuzmenko della Dynamo, Balakin, Sukharev e Melnik del Lokomotiv. Così nacque la Start, Il 12 aprile 1942, nel cortile della grande panetteria in via Degtyarevskaya, guardando il cielo di Kiev: spalmato di un bianco così chiaro da sembrare una distesa di panna montata. Nacque da un’idea di Nikolay Trusevich, portiere, e di Josif Kordik panettiere boemo, proprietario della grande panetteria dove avevano trovato lavoro/rifugio undici campioni di calcio. Nell’agosto del 1942, in piena Seconda Guerra Mondiale, i nazisti stavano occupando da oltre un anno Kiev, la capitale dell’Ucraina, e decisero di organizzare un torneo di calcio tra squadre formate da ex prigionieri (per la maggior parte russi) e selezioni composte da soldati tedeschi delle varie Armi. Il torneo non era stato organizzato per manifestare la nobiltà del calcio anche in tempo di guerra e neppure in dimostrazione di virtù sportive, ma solo ed esclusivamente per affermare la superiorità fisica e strategica degli occupanti, che investirono entusiasmo e risorse al fine di rendere lampante “il credo” del popolo nazista hitleriano. Ma non avevamo considerato le undici maglie rosse dei calciatori, panettieri e fornai della Start per i quali il calcio era festa per il corpo e la mente… anche in guerra.

 

“Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo” Pier Paolo Pasolini

 

INGRESSO LIBERO

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!