Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Giardino delle Duchesse · 18 giugno 2015 - 21 giugno 2015

(ri)SCATTI

Dove

Giardino delle Duchesse
via Garibaldi 4, Ferrara

Quando

da 18 giugno 2015 · ore 05.00
a 21 giugno 2015

In mostra le fotografie di rifugiati e richiedenti asilo.

Creare relazioni e prendersi cura sono la medicina più economica e diffusa al mondo, non hanno controindicazioni né effetti collaterali. Sono auto-prescrivibili, si possono assumere prima, durante e dopo i pasti, più volte al giorno. Curano la paura, la solitudine, l’estraneità. Possono indurre vicinanza, creatività, senso di appartenenza e curiosità. È consigliabile un utilizzo quotidiano e si raccomanda di aumentare le dosi in ogni situazione critica per il benessere psicofisico.
Il modo più semplice per creare relazioni è stabilire un contatto visivo e i migliori contatti visivi sono accompagnati da un sorriso. I benefici della cura sono immediati, permanenti e hanno risvolti inattesi e appassionanti come legami, idee, visioni.
In caso di occhi poco allenati o molto stanchi, è consigliato un uso quotidiano di macchina fotografica, colore e buoni piedi e si raccomanda di uscire senza l’ombrello, perché “la fantasia è un posto dove ci piove dentro” e poi ci crescono fiori.
O scatti, come preferite.

(ri)SCATTI è una mostra fotografica che si tiene dal 18 al 20 giugno presso il Giardino delle Duchesse a Ferrara, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.

L’inaugurazione è giovedì 18 alle 17,30 in occasione dell’incontro tecnico: dal titolo “Il diritto d’asilo dal globale al locale: l’esperienza della provincia di Ferrara”.

Le fotografie esposte sono il risultato del laboratorio di fotografia attivato dalla Cooperativa Camelot nell’ambito del progetto FER – Rilega e che si è tenuto dal 28 aprile al 6 giugno 2015 con cadenza settimanale presso il CSII (Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione) di Ferrara.
Gli occhi dietro l’obiettivo sono di Yvette Miafo Teguela, Ziai Hamidullah, Ismaila Sall, Al Amin Manneh, Yazir Hanif, Justice Ediale Imonite, Mamadou Lamine Ndiaye e Saykouba Saidykhan. Questi occhi tutti insieme hanno prestato la loro vivace attenzione alle spiegazioni e dimostrazioni di Sandro Chiozzi e Matilde Morselli (fotografi e volontari) e di Guendalina Mantovani (operatrice Camelot).

riscatti-laboratorio-fotografia

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!