Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Cloister galleria d’arte · 5 settembre 2017 - 1 ottobre 2017

Paesaggi in Linea mostra personale di Riccardo Bottazzi

Dove

Cloister galleria d’arte
Corso Porta Reno, 45, Ferrara

Quando

da 5 settembre 2017 · ore 05.00
a 1 ottobre 2017

Info


Ingresso: Gratuito €

CLOISTER Galleria d’Arte ospita Paesaggi in Linea mostra personale di Riccardo Bottazzi

Inaugurazione martedì 5 settembre 2017 ore 18.30

Sino a sabato 30 settembre

“…Riccardo Bottazzi è scultore a cui evidentemente non basta la pietra ma si rivolge anche a tele e colori per indagare e svelare la sostanza invisibile delle cose. Di una cosa in particolare, il paesaggio di pianura, di marina e la materia di cui è fatto, soprattutto di quella più intima e maggiormente evocativa. Per ottenere questo risultato compie in pittura un’operazione di sintesi estrema, mentre in scultura si concentra sull’atto del guardare.

In pittura, la sintesi avviene costruendo un paesaggio fatto di pochissimi elementi, ovvero una linea d’orizzonte appena accennata e due campiture (cielo/terra, cielo/mare) sostanzialmente monocromatiche. In scultura, il guardare trova la sua concreta realizzazione in fori prodotti sulla pietra per permettere una visione che fisicamente attraversi la materia e proceda oltre in direzione dell’infinito. I due differenti gesti artistici hanno un comune scopo: non limitarsi alla definizione e rappresentazione di ciò che già esiste in natura, ma pur partendo da essa, rinvenire mondi remoti.

La pianura è luogo ideale perchè ciò avvenga: uno spazio sconfinato, privo di barriere, su cui far correre liberamente la mente e spingerla in avanti fino alla sua massima estensione. Ed è luogo ideale anche questo particolare tipo di scultura a struttura “aperta”, in cui lo sguardo non si arresta sui suoi volumi ma può superarla attraversandola.

Riccardo sembra dirci che un’arte così concepita, altamente simbolica e piena di rimandi formali, ha diversi piani di lettura e che l’oggetto rappresentato non deve essere necessariamente autoreferenziale. Sembra indicarci un’idea d’opera d’arte come corpo vivo, come ispiratore e sollecitatore di emozioni inaspettate, come entità sociale in cui ancora molto può accadere, come terreno fertile su cui radicare e poi far sviluppare un tipo di ricerca molto personale…”

DS

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!