Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
MLB Maria Livia Brunelli Home Gallery · 25 febbraio 2017 · ore 17.00

Orlando stalker? Ludovico Ariosto tra misofilia e misoginia

Dove

MLB Maria Livia Brunelli Home Gallery
Corso Ercole I d'Este, 3, Ferrara

Quando

da 25 febbraio 2017 · ore 17.00

Info

Organizzatore:
MLB Maria Livia Brunelli Home Gallery

Sabato 25 febbraio alla MLB serata davvero speciale! Adello Vanni, psicoterapeuta e psichiatra, studioso d’arte e letteratura, converserà con l’artista Marco Di Giovanni sulla mostra attualmente in corso alla MLB, ispirata alle donne dell’Orlando Furioso e ad altri temi del poema.
Nell’epoca di Ariosto le donne sono considerate oggetto di desiderio e di scambio per il soggetto maschile, in linea con la cultura patriarcale (corredo nel patrimonio, bottino per i guerrieri, oggetto di matrimoni per scambi politici, protagoniste di un culto della verginità, brama di possesso carnale).
Angelica è promessa in sposa da Carlo Magno al paladino cristiano che risulterà il miglior guerriero contro i Mori; è considerata come un trofeo. La donna del Rinascimento quindi è subalterna alla figura maschile; non mancano però alcune eccezioni. Sempre utilizzando lo stesso esempio, Angelica si sottrae alla legge sociale del Re e attraverso la fuga, l’inganno, la furbizia e la magia, riesce ad imporre la legge individuale dell’amore.

Nei racconti dell’Orlando Furioso si notano quindi slittamenti tra filoginia (stima autentica del genere femminile) e anche misoginia (svalutazione di genere): le donne ariostesche, infatti, sono personaggi molto sfaccettati e non più riconducibili alle sole tipologie medioevali della donna-angelo e della donna-demone, entrambe sottomesse all’uomo; nel Furioso ve ne sono di tutti i tipi.

Oggi Orlando ed altri Cavalieri, cristiani e musulmani, sarebbero considerati stalker e sex offenders, quindi sottoposti a misure di sicurezza.

In questa carrellata di tipologie relazionali amorose, gli uomini in generale non ci fanno una gran bella figura!

L’Ariosto sembra parteggiare maggiormente per donne; e quando si accorge di essere stato troppo maschilista, poi ne chiede scusa ai lettori!