Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Facoltà di Giurisprudenza · 15 novembre 2013 · ore 20.00

Notte Bianca a Giurisprudenza

Dove

Facoltà di Giurisprudenza
Corso Ercole I d'Este, 37, Ferrara

Quando

da 15 novembre 2013 · ore 20.00

Dopo un anno e mezzo si ripete la NOTTE BIANCA a Giurisprudenza.
Il programma ricco ed intenso come sempre.

c/o Sala Acquario di Giurisprudenza, ingresso via Guarini

ore 20.30 spettacolo teatrale “La Cisterna” di M. Zaccaria
ore 21.30 Lodo Guenzi (Lo Stato Sociale) legge “Autobahn” di P.V. Tondelli
ore 23 Tsaiaga, Botz e Alephaze (electro, d’n’b, jungle)

Ingresso libero fino alle 23. Dalle 23 1€ può bastare!

promuovono: Lab. Sancho Panza e studenti di giurisprudenza

Mediapartner: www.radiostrike.info

=================================
LA CISTERNA con M. Zaccaria
Testo e regia di s. arena
FINALISTA PREMIO SCENARIO PER USTICA 2009

La storia.
Un uomo in una piazza del sud del mondo grida al cielo il suo dolore.
Abbandonato dalla moglie e dal figlio si ritrova da anni ad aspettare un santo che non si fermerà mai. Aspetta quel santo con fede cieca per ottenere un miracolo di cui non ha bisogno. Un uomo senza un braccio, questo è per tutti gli altri, per la gente, per se stesso. La piazza lo stringe, lo circonda. Gli occhi degli altri gli pesano addosso come piombo. E, tra il ricordo di un sogno, di un figlio che non incontra da anni, vive questa vita fatta di niente. Pinuccio anni addietro lavorava in una rimessa lavaggio. Un
compagno cade dentro la cisterna al cui interno ci sono vapori di zolfo, non ha scampo, così come non hanno scampo gli altri tre suoi compagni intervenuti per aiutarlo. Un Giufà pugliese contro voglia, suo malgrado. Chi è Pinuccio, cosa vuole? Vuole che il
nastro del tempo si riavvolga, vuole cancellare dalla sua testa il ricordo, il senso di colpa per la morte dei suoi amici. Vorrebbe entrare nella cisterna e salvarli tutti. Invece le cose che sono avvenute rimangono lì, come un’immagine riflessa dentro l’acqua.

Il fatto. “la Repubblica” martedì 4 marzo 2008.
“Lunedì 3 marzo 2008, Molfetta. Lo zolfo a contatto con l’acqua diventa acido solforico.
Nessuno lo sapeva. Doveva essere un’operazione di routine, la pulitura di una cisterna vuota utilizzata per trasportare zolfo. Il grande bidone verde delle Fs cargo chemical poggiato sulla scocca di un camion e posteggiato sotto la tettoia con le testine rotanti e i
getti d’acqua a 120 gradi. È stata strage, alle tre del pomeriggio. La strage del Truck center di Molfetta. I vapori velenosi usciti dalla cisterna hanno stordito e risucchiato sul fondo Guglielmo Mangano, 43 anni. Il collega Luigi Farinosa, 36 anni. Un giovane
camionista, Biagio Sciancalepore, 22 anni, si è attivato un minuto dopo, e un minuto dopo era già morto dentro la cisterna. Stessa fine per Vincenzo Altomare di 63 anni, titolare dell’impresa e Michele Tasca di 19 anni, intossicato che muore qualche giorno
dopo in ospedale. Cinque morti. Cinque nuove croci”.

*************
Lodo Guenzi (chitarra, tastiera e voce de Lo Stato Sociale) legge “AUTOBAHN” di Pier Vittorio Tondelli

“Autobahn” è il racconto che chiude il primo libro di Pier Vittorio Tondelli, Altri libertini, scritto nel 1980. Registra i pensieri, le illusioni e i desideri di un ragazzo, seduto sul calcavia dell’autostrada del Brennero, che immagina di poter intuire, oltre il grigio della pianura, lo spazio aperto del Mare di Nord. “Autobahn” diventa così una prospettiva di viaggio, lungo una direttrice che dall’Emilia, taglia il Trentino Aldo Adige e porta verso la Germania, Berlino e l’Europa.

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!