Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Korova Milk Bar Ferrara · 8 febbraio 2017 · ore 20.00

Il silenzio del cantautore | MAX MANFREDI

Dove

Korova Milk Bar Ferrara
via croce bianca n°51, Ferrara

Quando

da 8 febbraio 2017 · ore 20.00

Info

Organizzatore:
Korova Milk Bar Ferrara

I concerti si svolgeranno totalmente in acustico, senza alcuna amplificazione, al naturale, per ricondurre il cantautore alla sua origine, alla sua autenticità.

RASSEGNA DI MUSICA IN ACUSTICO
4 cantautori | 4 serate | 4 aperitivi | 4 chitarre

Ore 20.00 Aperitivo con buffet

C:> Mercoledì 1 Febbraio Flavio Giurato

C:> Mercoledì 8 Febbraio Max Manfredi

C:> Mercoledì 15 Febbraio Mèsico

C:> Mercoledì 22 Febbraio Enrico Cipollini

Ore 20.30 Inizio concerti
Ore 22.00 Fine concerti

IL SILENZIO DEL CANTAUTORE si svolge al Korova Milk Bar di Ferrara, in cui si possono ascoltare musicisti sotto una forma totalmente inedita: solo la chitarra acustica e la propria voce.

I partecipanti sono invitati durante il concerto a tenere il massimo silenzio per rendere al meglio la performance.

Ingresso gratuito.

QUALCHE CENNO BIOGRAFICO SU MAX MANFREDI
Inizia a suonare la chitarra all’età di 7 anni, componendo le sue prime canzoni a 13 anni.
È durante il periodo scolastico e universitario che intraprende il suo percorso artistico, sia in campo teatrale, come attore e regista di compagnie filodrammatiche, sia come musicista, dedicandosi alla musica folk con il gruppo Quelli di Villa Bell’Eri, formazione specializzata nella musica dei trovatori, che si trasformerà, in seguito, nel Gruppo Genovese di Musica Antica.
Nel 1990 pubblica, nella collana Cantare in italiano curata da Edoardo De Angelis, il suo primo album, dal titolo Le parole del gatto, con cui si aggiudica la Targa Tenco per la migliore opera.
Nel 1994 esce la seconda opera discografica, Max, con la partecipazione di Fabrizio De André che duetta ne “La fiera della Maddalena”, brano utilizzato come sigla di diversi programmi e rassegne, nonché per la scena finale del film-documento Faber. Tre anni dopo, nel corso di un’intervista, lo stesso De André definirà Max Manfredi “il più bravo” tra i cantautori italiani.
Ma Manfredi non limita alla musica la sua attività di autore. Pubblica il Libro dei Limerick per Vallardi. Come attore, svolge diversi reading di poesie, sue e soprattutto dei suoi autori preferiti, da Dante a Gozzano, da Pascoli a Petrarca.
Nel 1997 riceve dalla Regione Liguria il premio come “capostipite della nuova generazione dei cantautori genovesi” e presenta al Teatro Modena di Genova il concerto-spettacolo La leggenda del Santo Cantautore.
Nel maggio 2001 pubblica un terzo CD, L’intagliatore di santi. Nel settembre del 2002 viene invitato, come rappresentante della musica italiana, alla Biennale di Belem, in Brasile.
Nel novembre 2002 pubblica un libro in prosa, Trita Provincia (novella discreta).
Nel 2005, la tv tedesca Bayerischer Rundfunk realizza un documentario su di lui con una lunga intervista attraverso i luoghi tipici di Genova, in una serie televisiva chiamata Bella Italia, trasmessa in tutti i paesi di lingua germanica.
Nel 2006 presenta alla Galleria d’Arte Moderna di Genova la sua “silloge gracidante” Batrax: una propria lettura de Le ranocchie turchine del poeta futurista Enrico Cavacchioli. Nella primavera 2007 collabora, in veste di musicista ed attore, con il Teatro della Tosse di Genova, per il recital Poeti vs. Cantautori con la regia di Tonino Conte, mentre in autunno tiene un intero tour in Francia, Belgio, Svizzera e Germania. L’attività live naturalmente continua, intensissima, anche in Italia.
Nel 2009 Luna persa vince la Targa Tenco come miglior disco dell’annata, superando quelli degli altri finalisti Vinicio Capossela, Dente, Ivano Fossati e Bobo Rondelli.

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!