Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Centro Sociale La Resistenza Ferrara · 8 novembre 2016 · ore 19.00

I Martedì Della Resistenza

Dove

Centro Sociale La Resistenza Ferrara

Quando

da 8 novembre 2016 · ore 19.00

Info

Organizzatore:
Centro Sociale La Resistenza Ferrara

inizio serata h19

Presentazione libro “I DANNATI DELLA METROPOLI. Etnografie dei migranti ai confini della legalità”. L’autore Andrea Staid parlerà della sua ricerca con Giuseppe Scandurra (Università di Ferrara).

a seguire un’incursione teatrale “DAGLI APPENNINI ALLE ANDE” con Patricio Valderrama Arce.

h20.30 cena (tuttomoltobuono)

e infine Cranchi band LIVE!!

♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸♪♫•*¨*•.¸¸

UN PO’ DI INFO:
I dannati della metropoli. Etnografia dei migranti ai confini della legalità.
Esistono da sempre due città, una legale e l’altra illegale, i cui confini si spostano a seconda delle epoche storiche e delle necessità economiche contingenti. Spesso gli abitanti di queste due città si sfiorano, interagiscono, confliggono. Sulle loro contaminazioni si costruisce il tessuto sociale. Quasi sempre gli abitanti della città oscura non hanno voce sui media ufficiali: sono un numero, una statistica o un titolo di giornale. “I dannati della metropli” nasce dalla necessità di far parlare i protagonisti del disagio e della devianza che vivono e attraversano le nostre metropoli. Sulle tracce di Danilo Montaldi e della scuola di Chicago, animato da un bisogno radicale di far uscire l’antropologia dalla torre d’avorio dell’accademia, Andrea Staid si è messo in ascolto delle voci della città oscura, senza pregiudizi. Con una ricerca che è frutto di anni passati con i migranti, iscrivendosi in maniera del tutto nuova al filone dell’antropologia delle migrazioni, contaminato con l’etnografia e la storia orale. Il cuore del saggio è rappresentato dall’analisi di un caso specifico spesso al centro della cronaca, su una via e più precisamente un grande palazzo soprannominato dalla stampa “il fortino della droga”, situato in un quartiere centrale di ilano (via Bligny 42).

http://www.milieuedizioni.it/dd-product/i-dannati-della-metropoli/
https://www.carmillaonline.com/2014/04/23/i-dannati-metropoli/
http://ilmanifesto.info/lo-spaccio-dellesistenza/

Andrea Staid Andrea Staid è docente di antropologia culturale e di teoria e metodo dei mass media presso la NABA, redattore della casa editrice Elèuthera e collaboratore di numerose testate giornalistiche. Autore di: I dannati della metropoli (Milieu, 2014), Gli arditi del popolo (Edizioni La Fiaccola, 2007-Milieu 2015), Le nostre braccia. Meticciato e antropologia della nuova schiavitù (Agenzia x, 2011) e de I Senza Stato (Bebèrt, 2015).

TRILOGIA SATIRICA
“DAGLI APPENNINI ALLE ANDE”
Atto I: “Un calcio al naso”
é un monologo dove nulla è prevedibile, salvo la provocazione. Provocare è una delle caratterstiche fondamentali del buffone, che si toglie il naso rosso da pagliaccio per incomodare il proprietario del circo, ossia colui che detiene il potere.
“Dagli Appenini alle Ande Atto I: Un calcio al naso” racconta la ribellione del Tony Salamandra, una sorta di anti pagliaccio che ci conduce in un vertiginoso e delirante viaggio attraverso la realtà sociale e culturale di un paese latinomericano (il Cile) dove il modello economico ideato da Milton Fridamn è l’eredità letale, ancora oggi vigente, lasciata da Pinochet.
Non ci troviamo ad ascoltare e vedere una bianca routine infantile quanto piuttosto un’ acida satira diretta agli adulti che, ispirandosi nella famosa favola di La Fontaine della “formicha e la cicala”, ci parla della triste vita di formiche neoliberali, individualiste e poco empatiche, che chiudono la porta in faccia alle altre cicale e non sanno ascoltare il canto della loro cicala interiore.
In questo spettacolo il Tony Salamandra realizza una sorta di radiografia della società cilena attuale creando situazioni, personaggi e atmosfere attraverso la gestualità, l’improvvisazione e l’umore.
La versione Cilena di questo spettacolo “Patenado la Nariz” è stata presentata in numerse realtà cilene tra cui Kernel house la Tola (spazio coocupato e autogestito di Santiago) il CEAT (Centro Experimental Artes Tessier), il Sindacto sociale e culturale, il Festival di teatro Comico di Santa Cruz (dove ha vinto il primo premio come miglior attore comico), e il festival Los Angeles (non California, ma Sud del Cile).

Patricio Valderrama Arce è un attore cileno, laureato presso la Università Arcis di Santiago del Cile, con una esperienza pluriennale nel teatro comico di strada.
Oltre ad aver fondato, diretto e recitato nella compagnie di teatro AlamalaTeatro e Aqui Ahora Teatro (con le quali ha patecipato a numerosi Festival dentro e fuori del Cile), ha lavorato nel teatro di formazione realizzando laboratori e spettacoli con lavoratori/trici di piccole e medie imprese. Ha inoltre svolto attività docente in vari laboratori di teatro comico con bambini e adolescenti.
Tutto il suo lavoro è stato orientato al riscatto di un linguaggio
scenico basato sulla comicità del teatro popolare latonomaericano, nonchè all’ appprofondimento del ruolo politico del Buffone. con la sua satira e ironia. Nel 2016 arriva in Italia con la sua famiglia dove continua la sua ricerca.

¤¸¸.♬´¯`♬¸¸.♩..¤¸¸.♬´¯`♬¸¸.♩..¤¸¸.♬´¯`♬¸¸.♩..¤¸¸.♬´¯`♬¸¸.♩..¤¸¸.♬´¯`♬¸¸.♩..¤¸¸.♬

Cranchi band
Il progetto Cranchi nasce nel 2010 da Massimiliano Cranchi e Marco Degli Esposti.
Attualmente il cantautore mantovano si accompagna con una band formata da
Marco Degli Esposti (chitarra elettrica), Simone Castaldelli, (Basso elettrico), David Merighi (Tastiere), Alessandro Gelli (Violino) Fausto Negrelli (Batteria).

Il primo cd, autoprodotto, Caramelle cinesi esce in sordina a Febbraio 2011. Cd intimo e riflessivo sul tema dell’amore e del viaggio. La voce femminile in Ulisse e Orecchie da coniglio è di Marta Poltronieri.Nel 2012 esce Volevamo uccidere il re (In The Bottle Records). Volevamo uccidere il re è folk. È canzone d’autore che sa di pianura e di fiume, di gente che vede le montagne ma non le ha mai scalate, che sente il profumo del mare ma non lo ha mai navigato.A febbraio 2015 è uscito il terzo disco della band: Non canto per cantare, ancora su In The Bottle Records, con distribuzione Audioglobe ed edizioni New Model label.
Nel 2016 Eroe Borghese ha ricevuto una menzione speciale di merito dalla giuria di qualità di Magazzini sonori regione Emilia Romagna e fa parte della compilation Libera la musica 2015

Tra un concerto e l’altro Cranchi e la sua banda vivono sulle rive del Po.

http://www.soundcloud.com/cranchi-band
http://www.youtube.com/user/TheCRANCHIBAND
http://www.facebook.com/cranchiband

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!