Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Banca Mediolanum di Ferrara · 12 settembre 2014 - 29 settembre 2014

Giuliano Poltronieri

Dove

Banca Mediolanum di Ferrara
via Saraceno 16/24, Ferrara

Quando

da 12 settembre 2014 · ore 05.00
a 29 settembre 2014

mostra antologica del pittore ferrarese Giuliano Poltronieri.
Trattasi di un percorso artistico che parte dal 1960 sino ai giorni nostri con tema principale l’uomo nella sua evoluzione.
In esposizione circa 40 opere tra oli,acrilici e disegni.
Recensione:
Dal catalogo della mostra
Al chiostrino di S.Romano
Maggio 1965
Sempre impegnativo presentare la personale di un esordiente. Particolarmente impegnativo, in questo caso, per un giovane come Giuliano Poltronieri, pittore di non facile lettura, teso fin dalle sue prime opere a ricercare un linguaggio che esprima alcune ansie e angosce, sentimenti fondamentali dell’uomo contemporaneo.La pittura di Poltronieri infatti parte da un concetto per dar vita a simboli figurativi di corrispondenza indiretta.

Il modulo interpretativo di un’idea trova, negli elementi della composizione e delle stesse soluzioni tecnico-plastiche, un insolito livello di efficacia e di vigore.

L’insieme può dare una certa impressione di cerebrale, ma la razionalità degli assunti è quasi sempre riscattata dalla passione e dalla partecipazione con cui l’autore affronta i singoli soggetti.

Tema generale di Poltronieri è l’uomo violentato. L’uomo violentato dalla società. L’inserimento dell’individuo nella società avviene con dolore e violenza, spesso con dura umiliazione.
L’uomo è violentato dalla guerra e dalla morte. Ed è vittima di altre infinite violenze: i tabù, le superstizioni, gli odi di classe e di razza, lo stato d’ignoranza e d’inferiorità in cui è costretto, lo sfruttamento fisico e intellettuale.

Poltronieri vive dal di dentro i sentimenti di rivolta a questo stato di cose, prende progressivamente coscienza di essi, li esprime nelle sue opere. In questo modo anche la pittura diviene un mezzo di conoscenza, uno strumento per scoprire ed impadronirsi della realtà.

La mostra assume così, fra l’altro, il valore di un documento, illumina il metodo ed il travaglio attraverso i quali un giovane d’oggi svela a se stesso le contraddizioni, le chiusure, le negatività del mondo contemporaneo.

Da questa presa di coscienza nasce l’atteggiamento positivo dell’uomo e dell’artista che opera per comunicare agli altri la sua verità, agisce all’interno del mondo per imprimere movimento alle cose nella tensione di un ideale rinnovamento che coinvolga drammaticamente il contenuto stesso della società.

Renato Sitti

Manca qualcosa? Stiamo cercando di conoscere tutte le realtà della città per aggiungerle al nostro calendario ma puoi aggiungere il tuo comunicato o segnalazione direttamente da questa pagina: www.listonemag.it/eventi/segnala

Per ogni dubbio o richiesta di chiarimento puoi scriverci a questo indirizzo: eventi@listonemag.it. Grazie!