Caricamento Eventi

« All Events

  • Questo evento è passato.
Korova Milk Bar Ferrara · 22 dicembre 2017 · ore 20.00

Di LEGNO E DI CENERE | Il silenzio del cantautore

Dove

Korova Milk Bar Ferrara
via croce bianca n°51, Ferrara

Quando

da 22 dicembre 2017 · ore 20.00

Info

Organizzatore:
Oscar Brondi

I concerti si svolgono totalmente in acustico, senza alcuna amplificazione, al naturale, per ricondurre il cantautore alla sua origine ed autenticità.

RASSEGNA DI MUSICA IN ACUSTICO
8 cantautori | 8 serate | 8 aperitivi | 8 chitarre

Ore 20.00 Aperitivo con buffet

C:> Venerdì 22 Dicembre Di legno e di cenere

Ore 20.45 Inizio concerti
Ore 22.00 Fine concerti

IL SILENZIO DEL CANTAUTORE si svolge presso il Korova Milk Bar Ferrara, luogo in cui si possono ascoltare musicisti sotto una forma totalmente inedita: solo la chitarra acustica e la propria voce.

I partecipanti sono invitati durante il concerto a tenere il massimo silenzio per rendere al meglio la performance.

Ingresso gratuito.

QUALCHE CENNO BIOGRAFICO SU DI LEGNO E DI CENERE
Roberto Vitale, nato a Bologna, lavora come educatore nella psichiatria, ma coltiva da sempre la passione per il canto. Ha studiato diversi anni canto lirico e moderno, per poi approcciarsi allo studio della chitarra acustica, con l’urgenza di trasformare in canzoni la sua passione per la scrittura evocativa e poetica, che spazia dal cantautorato più intimista, a canzoni dal forte contenuto sociale. Inizia una intensa attività compositiva e, dal 2007, intraprende un percorso live, che si intensifica nel 2016, fino alla registrazione del suo primo album “Di legno e di cenere”, uscito a gennaio del 2017. “Di legno e di cenere” è un album rarefatto e crepuscolare, un viaggio per immagini attraverso le pieghe delle montagne in cui vive, per raccontare la Storia, la memoria, le inquietudini e l’assenza. La tragedia di Ustica, l’eccidio di Marzabotto, Orlando, sono le cornici da cui nascono canzoni con l’urgenza di esprimere tematiche universali di vita e di morte, di trasformazione, di tempeste da attraversare e della tregua che ne segue. La voce in primo piano e la chitarra acustica per dare rilievo alla parola, al contenuto, per attraversare una sera d’autunno e raccogliersi a guardare.

Per i primi 50 partecipanti all’evento ci sarà una bella sorpresa in collaborazione con gli amici del Circolo arci bolognesi.