Sapevate che per andare dalla stazione alla Prospettiva occorrono a piedi appena 42 minuti? E che per percorrere la splendida Ercole I d’Este e poi proseguire dritti in direzione sud sull’asse verticale della città basterebbe poco più di mezz’ora?

Ferrara è una città di medie dimensioni e il suo centro storico è percorribile a piedi in un tempo relativamente breve. E allora perché non valutare se un percorso è conveniente farlo a piedi piuttosto che con l’automobile evitando di cercare il parcheggio? Perché attendere l’autobus se il tragitto che devo fare posso percorrerlo in 25/20 minuti?

In coerenza con le politiche regionali e comunali di promozione della mobilità sostenibile e sicura, dell’educazione alla sostenibilità e della salute il Centro IDEA del Comune di Ferrara ha realizzato una mappa pedonale “analoga a quelle dei trasporti pubblici” che riporta le informazioni su distanze a piedi e tempi di percorrenza tra luoghi di interesse della città, dove quelli più rappresentativi vengono presentati come delle “fermate” su una rete pedonale, connessa a varie “linee” pedonali.

Il progetto “metrominuto Ferrara” mira a rimuovere anche gli ostacoli dell’incertezza riguardo alla distanza e ai tempi di percorrenza, che può indurre le persone a non spostarsi a piedi. La conoscenza delle distanze renderà l’esplorazione del centro molto più divertente e rilassante con l’obiettivo di aumentare gli spostamenti pedonali facilitandone la mobilità;
Tenuto conto della significativa importanza di acquisire corrette informazioni sui percorsi, specialmente per gli utenti dei trasporti pubblici, con questo progetto si vuole incoraggiare la mobilità pedonale, considerando i pedoni come soggetti prioritari/fondamentali nel sistema della mobilità cittadina.

metrominuto_web

Lo scopo di questa mappa è sensibilizzare i cittadini ad una nuova cultura della mobilità che ribalti l’ordine delle priorità nell’utilizzo e nel valore dato ai mezzi di trasporto, che oggi assegna all’automobile il primo posto per finire ai piedi che si usano quando proprio non se ne può fare a meno. Prendere coscienza che le grandi sfide ambientali che dobbiamo affrontare, ma anche la stessa convenienza individuale, rendono necessario invertire la sequenza, è auspicabile sostenere con ogni mezzo la mobilità pedonale perché diventi fondamentale/irrinunciabile, seguita, da quella ciclabile, dal mezzo pubblico, dal mezzo privato nella modalità car sharing e car pooling e solo per ultimo dall’uso individuale dell’automobile privata.

Camminare fa bene alla salute, ma anche all’ambiente e all’aria. Camminare giova allo spirito e perfino all’umore. Fa bene al cielo malato di smog e di effetto serra. Senza contare che il ritmo dei passi accompagna alla perfezione quello dello sguardo, che ha così tempo di osservare, guardare, esplorare ciò che incrocia o circonda il nostro cammino, e di creare rapporti di vicinanza e sicurezza con le persone e la città.

Il Centro IDEA, il Centro per l’Educazione alla Sostenibilità del Comune di Ferrara attivo dal 1998, ha realizzato la mappa metrominuto per la città di Ferrara con l’obiettivo di promuovere la mobilità pedonale. Il suo compito è di promuovere localmente la conoscenza e la consapevolezza su questi temi affinché i cittadini, dai più giovani ai meno giovani, diventino protagonisti responsabili nei confronti del territorio e della comunità, accogliendo cambiamenti positivi nel loro modo di vivere e lavorare.

Scarica la mappa in formato PDF 

4 Commenti

  1. Andrea Sogari scrive:

    Un’idea semplice ed intelligente. Bravi!

  2. E’ una idea mia in funzione da circa sei anni a Procida. http://www.procidaapassi.it informatevi .poi c’è quella d Napoli, ischia, Salerno, Calvanico (Sa) e S.Salvatore Telesino (Av). Sappiatelo. Tony Ponticiello

  3. Sergio Ambrosone scrive:

    Ottima idea !!!!! Sergio A

Lascia un commento

Prima di lasciare il tuo commento, ricordati di respirare. Non saranno ospitati negli spazi di discussione termini che non seguano le norme di rispetto e buona educazione. Post con contenuti violenti, scurrili o aggressivi non verranno pubblicati: in fondo, basta un pizzico di buon senso. Grazie.